lunedì 20 dicembre 2010

Natale NERO..BIANCO Natale



Sì, immagino sia comune: siamo tutti di corsa per fare i regali di Natale. C'è quello che si muove dai saldi di settembre in poi, quello che arriva all'ultimo momento. Io sono del secondo tipo. La vita familiare, lo devo proprio dire, mi toglie ogni spazio e ogni fantasia per andare in giro a fare spese. Per non parlare del freddo, della pioggia, persino della neve nella Capitale! Ed io sempre in giro sul mio motorino, casa-lavoro-casa tutti i giorni. Dove lo trovo il tempo e soprattutto lo spazio mentale per pensare a tutti i miei carissimi amici e parenti per i quali vorrei anche simbolicamente offrire un piccolo regalo, che simboleggi il mio averli pensati, il mio conoscerli e volergli bene?? E' un nero Natale.

Inutile chiedere aiuto agli altri. Anche gli altri hanno le loro esigenze, i loro programmi, le loro minute disponibilità. E sembra che gli altri non si rendano proprio conto di cosa significa non avere tempo, non avere forze, non avere a volte neanche il fiato.

Sono diventata dunque una che appena ha davanti una cosa adatta, la prende, che fa girare il suo vorticoso cervellino moooolto rapidamente. Che ad ogni sguardo su un ipotetico "prodotto" ne scannerizza in un solo momemnto tutti i possibili destinatari e ne decreta l'acquisto istantaneo o, più comunemente, lo scarto.

Detesto quelli che dicono "basta farsi i regali ogni anno! In fondo abbiamo già tutto: da quest'anno basta!". Credo siano persone innanzitutto tirchie, poco disponibili all'altro, che cercano un alibi alla loro pigrizia e alla loro poca fantasia.. ma poi come faccio a detestarli se divento, mio malgrado, una di loro??

Il mio budget medio di quest'anno è di 15 euro a regalo, ma inevitabilmente salta il tetto massimo ed è impossibile avere una reale uguaglianza tra destinatari. Come si fa ad uscire dall'impasse?? Una volta optavo per i regali fai da te, ma come fai a farli se NON hai tempo??? Niente più biscotti fatti in casa, sughi speciali, opere d'arte in eramica dipinta a mano..

La cosa che rende evidente questa mancanza di dedizione sono i pacchetti: io ero un genio dei pacchetti!! A casa mia madre mi affidava costantemenete i pacchetti regali per tutta la famiglia (tranne per i regali a me destinati). Con il tempo era cresciuta la mia maestria di apporre nastrini e decorazioni, ma oggi.. ecco i primi pacchetti informi e senza bigliettino.. Che tristezza per una come me che addirittura personalizzava le buste di carta dove venivano inseriti i pacchetti regalo!

So che può sembrare un tema assolutamente futile, ma non lo è il senso di frustrazione che provo in questo momento. Perchè il regalo è solo un simbolo. E' un simbolo del tempo che riusciamo a dedicare agli altri, gli altri a noi più cari per lo meno. Ed il fatto che non riesca a dedicare del tempo personale alle persone alle quali voglio bene, mi distrugge.

Anche perchè mi chiedo: se non riesco a dedidare loro il mio tempo, e non riesco a dedicarlo nenache a me stessa, CHI se lo prende tutto questo tempo??? E chi gli ha dato il permesso di prenderselo??? E perchè mi sento così svuotata? Come se continuassi a nuotare verso una riva che immagino ottimisticamente vicina, ma non arrivo mai...

Insomma, se non ci ri-leggiamo prima: buon natale a tutti voi! Ma vi imploro, se Voi potete, rendetelo BIANCO: dedicate il vostro tempo a chi amate! Non importa se non avete tanti soldi, se avete mille problemi, fatelo un pensierino. E' come seminare amicizie ed amore per tempi ancora più duri. Crisi non crisi, questo è ciò che certamente che ci resta: le persone alle quali vogliamo più bene. E anche se li abiamo trascurati un pò, suoniamo lo stesso a quella porta: un vero amico apre sempre. E sa aspettare.

Buon bianco natale!

LDS